Crea sito

Persian Gulf Pro League – Serie A iraniana

La Persian Gulf Pro League è la massima divisione dell’Iran: dalla stagione 2001/02 il campionato è diventato professionistico e viene organizzato dalla Lega Calcio Iraniana. Viene spesso descritto come quello con il maggior numero di tifosi allo stadio in Medio Oriente: basti pensare che allo stadio Azadi di Tehran accorrono circa 100.000 tifosi per assistere al derby tra Persepolis ed Esteghlal.

Perché Persian Gulf Pro League?

Il campionato è stato recentemente intitolato al Golfo Persico, in opposizione al nome del campionato degli Emirati Arabi Uniti, rinominato nel 2013 “UAE Arabian Gulf League”: in conseguenza è stato fatto divieto ai calciatori iraniani di militare nel campionato emiratino. L’Iran è molto sensibile sul nome del Golfo Persico, tema che rispecchia le tensioni geopolitiche con le monarchie arabe vicine.

Formula

Si gioca a girone unico con gare di andata e di ritorno come nel campionato italiano: dato che partecipano 16 squadre, in totale si disputano 30 giornate. La prima classificata vince il titolo, mentre le ultime due retrocedono in Azadegan League.

Qualificazione alla Champions League ASIATICA

Si qualificano direttamente alla fase a gironi della Champions League Asiatica la prima del campionato e la squadra vincitrice della Coppa Hazfi. La seconda e la terza classificata della Persian Gulf Pro League accedono ai playoff di qualificazione alla Champions League Asiatica. Nel caso in cui la vincitrice della Coppa Hazfi coincida con una delle prime tre in campionato, sarà la quarta classificata ad accedere ai playoff di Champions League Asiatica.

DOVE VEDERE LE partite

I match vengono trasmessi in chiaro dalla TV di Stato iraniana IRIB, sintonizzabile sui canali ufficiali via satellite e in streaming sul web. Inoltre è possibile seguire le dirette sulle agenzie di stampa nazionali e sulle testate sportive in lingua farsi. Da qualche anno vengono pubblicati online anche i video contenenti i goal e gli highlights delle partite, anche su Youtube.