Crea sito

Amichevole Corea del Sud-Iran 1-1 tra autogoal e traverse

L’11 giugno 2019 il nuovo CT Marc Wilmots ha effettuato il primo test serio per il Team Melli: l’amichevole Corea del Sud-Iran, terminata 1-1 nel World Cup Stadium di Seoul, sotto la direzione dall’arbitro giapponese Ryuji Sato.

In realtà di amichevole si è visto ben poco, visto che i padroni di casa correvano senza sosta, alla ricerca della vittoria davanti ai propri tifosi. Infatti la Corea del Sud non batte l’Iran dal 2011, anno in cui lo eliminò ai quarti di finale di Coppa d’Asia grazie ad una rete nei tempi supplementari firmata Yoon Bit-Garam.

Invece, nel doppio scontro durante le qualificazioni a Russia 2018, la Corea del Sud era stata battuta 1-0 a Tehran (goal di Sardar Azmoun) per poi pareggiare in casa a reti inviolate.

Cambi rispetto alla Siria

Rispetto alla partita contro la Siria, Marc Wilmots ha effettuato due modifiche. Il centrale Mohammad Hossein Kanaeni Zadegan ha preso il posto di Majid Hosseini, infortunatosi proprio contro i siriani. Invece Mehdi Torabi è partito titolare in attacco (lasciando in panchina Vahid Amiri) in coppia con Mehdi Taremi, arretrando la posizione di Karim Ansarifard.

Nella Corea del Sud il CT Paulo Bento ha fatto partire dall’inizio il ventiduenne Paik Seung Ho (cresciuto nelle giovanili del Barça) insieme al coetaneo Hwang In Beom, che milita in MLS nei Vancouver Whitecaps. In attacco la coppia formata da Hwang Ui Jo (Gamba Osaka) e dal capitano Son Heung Min, fresco vice-campione d’Europa con il Tottenham.

Amichevole COREA DEL SUD-Iran 1-1

Che non sarebbe stata solo un’amichevole, si è capito subito, con i sudcoreani in attacco fin dall’inizio. Al 14′ il primo intervento di Alireza Beiranvand, deviando in angolo sul pericoloso colpo di testa di Kim Young Gwon. L’estremo difensore iraniano si è dovuto superare al 22′ su Hwang Ui Jo (22′), per poi negare il goal a Son Heung Min (40′).
La prima reazione iraniana è arrivata al 17′ con una conclusione debole di Mehdi Taremi. Due minuti più tardi ci provava il suo omonimo Torabi, con un destro da fuoriarea a girare, di poco fuori.
Ma l’occasione migliore è stata per la Corea del Sud, quando al 43′ Na Sang Ho centrava in pieno la traversa su un bel cross dalla destra.

Nella ripresa Wilmots ha lasciato in panchina Alireza Jahanbakhsh, acciaccato, per far posto ad Ahmad Nourollahi. Il nuovo entrato dell’Iran al 53′ ha trovato a sua volta la traversa dopo aver calciato da fuoriarea.
Minuto 56′, arriva un lungo lancio di Kim Min Jae, sul quale saltano a vuoto – ostacolandosi a vicenda – Mohammadi e PourAliGanji: ne approfitta Hwang Ui-jo, che batte Beiranvand in uscita. 1-0 per la Corea del Sud.
Trascorrono cinque minuti, calcio d’angolo per il Team Melli: batte Rezaeian, salta PourAliGanji che colpisce di testa, trovando la deviazione vincente di Kim Young-Gwon. Ed è il pareggio dell’Iran.

Nel finale è nuovamente Beiranvand a dire di no alla botta angolata di Son, prima che l’arbitro fischi la fine del match.

Corea del Sud-Iran 1-1
Amichevole Corea del Sud-Iran 1-1: la formazione titolare degli iraniani

GUARDA goal & e azioni salienti: Corea del Sud-Iran 1-1

Corea del Sud-Iran 1-1
COREA DEL SUD

Formazione (4-1-3-2): Jo Hyeon Woo; Lee Yong, Kim Min Jae, Kim Young Gwon, Hong Chul; Paik Seung Ho (dal 78′ Ju Se Jong); Lee Jae Sung (dal 68′ Hwang Hee Chan), Hwang In Beom, Na Sang Ho (dal 76′ Lee Seung Woo); Hwang Ui Jo (dall’83’ Lee Jeong Hyeop); Son Heung Min
CT: Paulo Bento

IRAN

Formazione (4-1-3-2): Alireza Beiranvand; Ramin Rezaeian, Mohammad Hossein Kanaeni Zadegan, Morteza PourAliGanji, Milad Mohammadi; Omid Ebrahimi; Alireza Jahanbakhsh (dal 46′ Ahmad Nourollahi), Karim Ansarifard (dall’80’ Ali Alipour), Ehsan HajiSafi (dal 79′ Saeid Ezzatollahi); Mehdi Torabi (dal 62′ Vahid Amiri), Mehdi Taremi (dal 91′ Masoud Shojaei)
CT: Marc Wilmots

Reti: 58′ Hwang Ui-jo (C); 62′ aut. Kim Young-Gwon (I)

Ammoniti: 76′ Hwang In-Beom (C); 94′ Lee Seung-woo (C)

Arbitro: Ryuji Sato (Giappone)

Pubblicato da Saman Javadi

Blogger italo-iraniano, tifoso di Juventus ed Esteghlal Tehran. Ama l'Iran e l'Italia dalla Storia alla cucina, e ne parla entrambe le lingue