Ali Daei su Instagram: «Non andrò in Qatar. Rimango con voi in Patria»

In Qatar stanno per iniziare i Mondiali, per la precisione il 20 Novembre 2022. E l’Iran è una delle 32 Nazionali partecipanti, dopo aver ottenuto la qualificazione sul campo. Un appuntamento importante per gli iraniani, soprattutto perché la massima competizione calcistica avrà luogo di fronte alla loro terra. Infatti i due Paesi sono separati dal Golfo Persico, e i rapporti commerciali (oltre che politici) sono molto stretti.

Iraniani in Qatar

Sono tanti gli iraniani he lavorano in Qatar, nei più disparati settori, dall’immobiliare al finanziario. La penisola qatariota ha preso il posto degli Emirati Arabi Uniti, che fino ad una decina di anni fa era la meta del business e del divertimento di chi partiva da Tehran. Anche per i calciatori iraniani la Qatar Stars League ha preso il posto del campionato emiratino, ma per un motivo prima di tutto politico.

Infatti nel 2013 negli EAU il campionato venne rinominato “Arabian Gulf Pro League” scatenando la rabbia dei vicini di lingua persiana, che hanno sempre sostenuto la dicitura “Golfo Persico” e ribattezzato la loro massima divisione “Persian Gulf Pro League“. Conseguenza di questa crisi diplomatica fu anche il blocco del trasferimento dell’ex capitano del Team Melli Javad Nekounam all’Al Sharjah, costringendolo a ritornare in patria. Soltanto nel 2021 un iraniano è stato tesserato negli EAU a seguito della rinomina del campionato.

Intanto i giocatori iraniani in Qatar sono aumentati sempre di più, come si può vedere anche nella lista dei convocati per i Mondiali 2022: due militano nella serie A qatariota, mentre altri sei vi hanno preso parte.

NSJvSAI
Javad Nekounam (a sinistra) accanto al suo ex compagno di nazionale Ali Daei (foto di Reza Raghimi / Navad)

Testimonial del Mondiale

Il giorno del sorteggio mondiale erano presenti in Qatar due leggende del calcio iraniano: Mehdi Mahdavikia e Ali Daei. Quest’ultimo è stato fino a poco tempo fa il massimo cannoniere di una Nazionale in tutto il mondo, con le sue 109 reti in 149 partite, prima di essere superato da un certo Cristiano Ronaldo. Quando era in attività Daei ha anche giocato in terra qatariota, nell’Al Sadd, prima di trasferirsi in Bundesliga. In Germania ha vestito le maglie di Arminia Bielefeld, Bayern Monaco, Hertha Berlino. In Italia qualche tifoso rossonero lo ricorderà soprattutto per il goal segnato a San Siro contro il Milan in UEFA Champions League. Giocatore Asiatico dell’anno 1999, è molto amato in patria, e la sua presenza era prevista a Doha per tutta la durata della Coppa del Mondo.

L’annuncio su Instagram

E invece Daei a Doha non ci andrà. L’annuncio è arrivato con un post su Instagram sul suo profilo ufficiale.

«Salute ai miei cari e onorevoli compatrioti,
in questi giorni in cui il cuore di molti di noi non si sente bene, ho dato una risposta negativa all’invito ufficiale – insieme a mia moglie e alle mie figlie – alla Coppa del Mondo, da parte della FIFA e della Federazione calcistica del Qatar. Questo per stare nella mia Patria al vostro fianco e dimostrare la mia solidarietà a tutte le famiglie che hanno perso i loro cari in questi giorni.
Nella speranza di avere giorni luminosi per l’Iran e gli Iraniani.
Ali Daei»

Il riferimento è alle vittime della repressione degli ultimi due mesi, a partire dalla morte di Jina “Mahsa” Amini.

Il post di Daei è stato pubblicato poche ore dopo la partenza del Team Melli da Tehran alla volta di Doha per il Mondiale. I giocatori della Nazionale erano stati ricevuti dal presidente della Repubblica Islamica Ebrahim Raisi (così come era avvenuto prima dei Mondiali 2018 con il suo predecessore Hassan Rohani), provocando diverse critiche e insulti via social da parte di utenti in lingua persiana. Probabilmente Daei ha aspettato che i calciatori arrivassero in Qatar, per assicurarsi che la sua scelta non venisse strumentalizzata contro la Nazionale iraniana.

 

Ali Daei su Instagram: «Non andrò in Qatar. Rimango con voi in Patria»
Ali Daei su Instagram: «Non andrò in Qatar. Rimango con voi in Patria»
/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Saman Javadi

Blogger italo-iraniano, tifoso di Juventus ed Esteghlal Tehran. Ama l'Iran e l'Italia dalla Storia alla cucina, e ne parla entrambe le lingue

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.