Crea sito

Al Ahli – Persepolis 2-1. Doppio Al Soma batte Beiranvand

Nella 4^ giornata di Champions League Asiatica per il Gruppo D si è giocata Al Ahli – Persepolis. Nel campo neutro di Dubai (EAU) è finita 2-1 per i sauditi. Due settimane prima gli iraniani avevano vinto 2-0, ma questa volta hanno sprecato le occasioni da goal.

ALHvPER
Al Ahli Jeddah v Persepolis Tehran

42 anni in campo

Curiosamente arbitro della partita è stato il cinese Ma Ning, che aveva già diretto un Al Ahli – Persepolis nel 2017, valido per i quarti di finale. Ma non era il fischietto trentanovenne il più anziano in campo, bensì il capitano dell’Al Ahli: il saudita Hussein Abdulghani, classe 1977, che ha giocato l’intero match come terzino sinistro.

Vantaggio su rigore

Il Persepolis ha avuto già al 5′ la possibilità di andare in vantaggio, quando la botta dell’iracheno Bashar Resan veniva respinta da Al Owais, per poi carambolare sulla difesa saudita. Trascorsi due minuti Al Fatil si fa trovare sulla traiettoria bloccando il tiro di Siamak Nemati, pescato da solo in area da Torabi.

Gli attacchi dell’Al Ahli si materializzano con Omar Al Soma. La punta siriana al 14′ mette alla prova con un tiro da fuoriarea Beiranvand. Il numero uno iraniano verso la mezzora è costretto al fallo per fermare Ghareeb: il rigore è netto, e viene trasformato da Al Soma.

Doppietta Al Soma

Nella ripresa Beiranvand comincia deviando in corner un tiro di Al Soma, che aveva sfruttato un rimpallo di Ghareeb. L’attaccante si vede nuovamente negare il goal al 55′, quando l’estremo difensore alza il braccio appena sotto la traversa.

Il Persepolis reagisce, ma non riesce a trovare il pareggio. Il destro di Mehdi Torabi viene respinto da Aderllan Santos. Ci prova tre volte Ali Alipour: la prima in contropiede, fuori; la seconda deviata da Al Owais; infine calcia incredibilmente fuori al 61′. Invece è Nemati a cercare il jolly dai 25 metri, trovando invece la deviazione di Al Owais.

All’82’ arriva il raddoppio dell’Al Ahli su punizione: sempre con Omar Al Soma, il cui destro a rientrare non lascia scampo a Beiranvand. A questo punto i nuovi entrati degli iraniani premono di più. Prima all’87’ Omid Alishah colpisce dalla sinistra da fuoriarea, e il portiere respinge in calcio d’angolo. Poi, in pieno recupero, è Soroush Rafiei a fornire su calcio piazzato il cross che trova l’incornata vincente di Shoja Khalilzadeh. Proprio Rafiei tenta il tutto per tutto con una conclusione da fuori area, che termina fuori, chiudendo la partita sul 2-1 per i sauditi.

Al Ahli Jeddah (Arabia Saudita)

In campo (4-2-3-1): 33 Al Owais; 2 Al Muwallad, 75 Aderllan Santos, 3 Al Fatil (dall’83’ #37 Al Hindi), 24 Abdulghani; 17 Paulo Diaz, 16 Al Mousa; 7 Muwashar, 21 Djaniny (dall’83’ #23 Tarmin), 29 Ghareeb (dal 73′ #8 Al Jassam); 9 Al Soma
Allenatore: Youssef Anbar

Persepolis Tehran (Iran)

In campo (4-2-3-1): 1 Alireza Beiranvand; 3 Shoja Khalilzadeh, 4 Seyed Jalal Hosseini, 28 Mohammad Naderi, 17 Mehdi Shiri; 5 Bashar Resan (dal 61′ #7 Soroush Rafiei), 11 Kamal Kamyabinia; 9 Mehdi Torabi (dal 71′ #23 Mohammad Asadi), 8 Ahmad Nourollahi (dal 71′ #2 Omid Alishah), 88 Siamak Nemati; 70 Ali Alipour
Allenatore: Branko Ivankovic

Reti: 30′ rig. e 83′ Omar Al Soma (ALH); 93′ Shoja Khalilzadeh (PER)

Ammoniti: 49′ Ali Alipour (PER); 50′ Djaniny (ALH); 58′ Shoja Khalilzadeh (PER); 86′ Tarmin (ALH)

Arbitro: Ma Ning (Cina RP)

Pubblicato da Saman Javadi

Blogger italo-iraniano, tifoso di Juventus ed Esteghlal Tehran. Ama l'Iran e l'Italia dalla Storia alla cucina, e ne parla entrambe le lingue